Giovanni Agnoloni alla Fordham University

Qui potete vedere due clip del mio intervento nel corso del Prof. Joseph Perricone alla Fordham University (Lincoln Center), a New York, il 12 aprile 2018, sul tema “La Rete tra libertà di espressione e dinamiche ‘mafiose'”. Video girati da Giuseppe Petix, che ringrazio insieme al Prof. Perricone e ai suoi studenti.

Reading a New York (e un incontro universitario)

Reading a New York

L’11 aprile, tra le ore 17.30 e le 20.00, a New York, partecipazione come ospite straniero al reading primaverile del “Literary Lights Writers’ Group” presso la Jefferson Market Library (Avenue of the Americas, at 10th St.). Interverranno, oltre a me, Richard Merli, Lola Rodriguez, Evan Joseph Cerniglia, Mindy Ohringer, Ann Ormsby ed Elvira Veksler.

Un incontro universitario

Il 12 aprile, sempre a New York, tra le ore 16.00 e le 17.15, lezione presso la Fordham University (Lincoln Campus), nell’ambito del corso del Prof. Joseph Perricone, sul tema “La trilogia della fine di internet di Giovanni Agnoloni – La Rete tra libertà di espressione e dinamiche ‘mafiose'”.

Flanerí recensisce “L’ultimo angolo di mondo finito”

Flanerí, a firma Cristiana Saporito – che ringrazio – recensisce il mio romanzo L’ultimo angolo di mondo finito (Galaad Edizioni). Ecco un estratto della recensione:

«L’ultimo angolo di mondo finito snoda un tema di attualità straziante. La stessa che mi marchia come estranea durante i miei outing antidigitali. Il nostro zoo affollato di bolle dove ognuno parla a se stesso fingendo di dialogare con l’eterno assente; cene di coppie che spendono sguardi in picchiata su uno schermo, ignorando quel corpo con cui dividono l’aria»

(CONTINUA QUI)

Simone Billi intervista Giovanni Agnoloni

Simone Billi intervista Giovanni Agnoloni alla “Società Dante Alighieri” di Baden (Svizzera)

Ieri si è tenuta una mia conferenza presso la sede di Baden (Svizzera) della Società Dante Alighieri. A margine, un suo rappresentante, Simone Billi, mi ha intervistato sul mio lavoro di scrittore e traduttore. Ecco il video. Grazie a Simon e a tutto lo staff della “Dante”.

Oggi sarò presso la loro sede di Bienne, e giovedì presso la Sezione Italiana del Liceo di San Gallo.

“NON LASCIAR MAI CHE TI VEDANO PIANGERE”, DI AMIR VALLE

Esce oggi la nuova edizione del romanzo di Amir Valle, da me tradotto, Non lasciar mai che ti vedano piangere, pubblicato da Verlag Ilion.

“Un romanzo d’impatto, che intreccia tra loro i destini di personaggi che hanno segnato il Novecento. Su tutti, Charles Chaplin, al centro di intrighi politici e sconcertanti coincidenze storiche: un rapimento ordinato da Hitler nel 1941, dopo aver visto “Il grande dittatore”; un tentato sequestro dell’attore insieme a Marilyn Monroe e Joe DiMaggio, ordito da Ernesto Guevara nel 1952; il trafugamento del cadavere di Chaplin da parte di un gruppo di estrema destra, nel 1978. Tre storie che convergono nelle parole di una neonazista pentita, vittima di indicibili violenze e salvata dall’orrore proprio dal ricordo dei film di Chaplin. Le sue memorie dolorose collegano tutte le vicende narrate, che toccano alcuni tra i massimi drammi del Novecento: da una parte, la seconda guerra mondiale, i campi di sterminio e Berlino distrutta e poi lacerata dal Muro; dall’altra, il Sudamerica segnato dalla povertà e il sogno di un’utopica rivoluzione. È una storia di intrighi legati allo stesso personaggio storico, il che ne fa un romanzo noir con una particolare connotazione realistica.”

 

Carlo Menzinger recensisce “L’ultimo angolo di mondo finito”

ultimo angolo

Grazie infinite allo scrittore Carlo Menzinger per la sua bella recensione del mio romanzo L’ultimo angolo di mondo finito (Galaad Edizioni).

Eccone un estratto:

«L’atmosfera che si respira in queste pagine è difficile da descrivere. Definirla rarefatta o astratta sarebbe fare un torto ai numerosi precisi riferimenti geografici che vi compaiono e agli eventi descritti. Forse il termine “straniante” sarebbe più idoneo, per quanto impreciso. C’è un alone di mistero che avvolge ogni cosa in una nebbia sottile che fa quasi pensare alle atmosfere di certi fantasy, sebbene qui non vi sia magia ma solo tecnologia. Tecnologia malata, magari.» (CONTINUA QUI)

L'ultimo angolo di mondo finito

In questa foto, mi vedete con il suo Via da Sparta. Il sogno del ragno (ed. Porto Seguro), che recensirò nelle prossime settimane. Purtroppo, le urgenze lavorative delle ultime settimane mi hanno reso un lettore un po’ lento (più che altro, in ritardo cronico), ma non mi dimentico di voi 

 

Carlo Cuppini su “L’ultimo angolo di mondo finito”

Ringrazio vivamente Carlo Cuppini, raffinato scrittore ed editor, per queste splendide parole, sul suo profilo Facebook, sul mio romanzo L’ultimo angolo di mondo finito (Galaad Edizioni) e sulla mia scrittura.

“Questo è un romanzo (che conclude una trilogia) che mi sento di consigliare. L’autore – uomo colto, eclettico e anticonformista, indagatore dei recessi della psiche (umana e cosmica, direi) come un filosofo alchimista – riesce a unire in un perfetto bilanciamento una visionarietà complessa e magmatica con una mirabile nitidezza del linguaggio e della macro-struttura formale. I temi tirati in ballo, inoltre, sono quelli portanti del nostro presente e futuro prossimo, trattati qui con originalità e ispirazione.”

Estratti de “L’ultimo angolo di mondo finito” su “Critica impura”

Sonia Caporossi, che ringrazio, ha pubblicato su Critica Impura degli estratti dal mio romanzo L’ultimo angolo di mondo finito (Galaad Edizioni).

ultimo angolo

“L’ultimo angolo di mondo finito” a “La lettura” (TG5)

La rubrica “La lettura” (TG5) ha ospitato il mio romanzo L’ultimo angolo di mondo finito (Galaad Edizioni). Sul sito di Mediaset è già disponibile il video dell’intervista fatta ieri a Roma con il conduttore e curatore del programma Carlo Gallucci, che ringrazio. Il video andrà in onda in televisione nelle prossime settimane.